SCRAPBOOKING: L’ARTE DI RICORDARE!

Alcuni di voi avranno già sentito parlare di “Scrapbooking”, hobby creativo per lo più manuale e amato soprattutto dalle ragazze. Ma che cos’è esattamente lo Scrapbooking? E’ l’arte di ricordare, custodire e raccontare la propria storia attraverso le immagini fotografiche, personalizzate con pensieri, ritagli, oggetti ed altri “memorabilia” che riportano la mente a quel determinato momento in cui la foto è stata scattata.

Detto così può sembrare una cosa scontata e per nulla originale, chi di noi non ha un diario su cui ha testimoniato le proprie vicende scolastiche o possiede un album fotografico della prima comunione o del matrimonio? Ebbene, avete ragione, almeno in parte; lo Scrapbooking ha lo scopo di personalizzare ogni singolo scatto, di arricchirlo con le proprie impressioni, le emozioni che ci ha suscitato, anche con piccoli oggetti (una foglia, una moneta..) che vorremmo ricordare anche dopo diversi anni. Oltre ad essere un hobby espressamente manuale,ha trovato recentemente nuove forme di applicazione, come la grafica digitale.

Scrap3Proprio per la tipologia di “costruzione”, gli album, solitamente creati con carte, abbellimenti vari (bottoni, nastri, perline, ecc.) possono essere tranquillamente riprodotti con un programma di fotoritocco o grafica digitale (da Photoshop a Illustrator, PaintShop Pro,  Corel Draw, ai gratuiti Gimp, InkScape ecc.) e assemblati secondo i propri gusti e la propria fantasia.

Bastano un buon programma di grafica, uno scanner con cui trasportare i vecchi scatti sul PC, una stampante e alcuni siti utili su cui poter trovare spunti e materiale con cui lavorare (in primis deviantart.com). I più esperti poi possono integrare le loro creazioni con l’inserimento di tracce musicali e/o animazioni.

Senza contare che lo scrapbooking digitale abbatte i costi del materiale di consumo: le carte, gli strumenti  di lavoro e le innumerevoli decorazioni possono variare da poche decine a centinaia di euro, a seconda del risultato più o meno “professionale” del lavoro finito; per quanto riguarda la versione digitale è necessaria una buona dose di RAM e una porzione di memoria in cui archiviare i propri lavori, che successivamente possono essere anche stampati o utilizzati per la realizzazione di photo-album digitali.

Scritto da: Anna Zucchini

Mi chiamo Anna Zucchini e abito in provincia di Ferrara. Sono una freelance in gestione e assistenza aziendale per piccole e medie imprese del territorio ferrarese. Per conoscere più da vicino la figura professionale del Personal Planner clicca qui!